Letti ecologici e Materassi lattice di qualità La cultura del dormire bene in una stanza sana!

Dormire bene? Un mistero svelato...o quasi!

Anche se le ricerche in merito devono darci ancora molte risposte, sembra che la funzione principale del sonno sia quella ristorativa (bella scoperta!): dormendo abbiamo la possibilità di recuperare le energie spese durante la veglia.

In particolare, pare che durante il sonno i neuroni hanno modo di ripulirsi dalle scorie generate dall'attività cerebrale, e addirittura, nel caso di danni, autoripararsi.

Per i bambini ed i ragazzi il sonno è l'unica fonte di produzione dell'ormone della crescita: una scarsa e insufficiente quantità di sonno, quindi, può arrivare a compromettere seriamente la crescita.

Negli adulti l'ormone della crescita permette il rinnovamento cellulare (non a caso, la mattina, dopo una notte di riposo, abbiamo un viso più fresco e luminoso).

Tale è l'importanza del sonno per il benessere psico-fisico, che alcuni studi hanno dimostrato che una mancanza totale di sonno, può portare, in casi estremi, alla morte.

Le donne sono delle perfette "creature del sonno": rispetto all'uomo, tendono a dormire di più e meglio.

Nonostante questo, però, ad esempio dopo una notte d'amore, solitamente lui cade beato in un sonno profondo, mentre lei ha difficoltà ad addormentarsi: perché?

La causa è un ormone, la norepinefrina, che induce uno stato di veglia e di attenzione: nella donna, dopo l'amore, tende a restare a livelli alti, mentre nell'uomo scende ai livelli minimi.

Nell'uomo, con il passare degli anni, diminuisce il periodo di "sonno profondo", mentre nelle donne, grazie agli estrogeni, gli ormoni femminili per eccellenza, la fase di "sonno profondo" subisce un minore deterioramento.

Il sonno ha due fasi:

- la fase del "sonno profondo", a sua volta divisa in fasi 1-2-3-4, che denotano il livello di profondità
- la fase "REM" (Rapid Eyes Movements: i movimenti rapidi degli occhi che la caratterizzano)

L'alternarsi di queste due fasi forma un "ciclo" di 60-90 minuti, che si ripete 3-4 volte nel corso della notte.
La fase 2 è la più lunga: circa il 50% del nostro sonno notturno.

Nella fase 4, detta anche di "sonno profondissimo", l'organismo produce alcuni ormoni tra cui il somatotropo, l'ormone della crescita: tale fase è la più importante per il riposo fisico, perché questo ormone, oltre a garantire la crescita negli organismi in fase di sviluppo (bambini e ragazzi), è responsabile del rinnovamento cellulare.

Le fasi REM, nel corso della notte, aumentano di lunghezza, fino all'ultima, quella del mattino, che dura circa 30 minuti in più rispetto alla prima ed è nelle fasi REM che si sviluppano i sogni.

Il sonno REM sembra che serva a consolidare le sinapsi allacciate durante lo stadio di veglia: in poche parole, il sogno avrebbe la funzione di ordinare e fissare nella mente le esperienze vissute durante il giorno.

Seguici! NovitÓ on